Howdy, Stranger!

It looks like you're new here. If you want to get involved, click one of these buttons!

Categories

Axis & Allies 1942 Online is now available in Early Access! Buy it on Steam. The FAQ is available.
New Premium Module: Tyrants of the Moonsea! Read More
Attention, new and old users! Please read the new rules of conduct for the forums, and we hope you enjoy your stay!

I Bei Vecchi Tempi aka "Facciamo sapere tutti quanto siamo vecchi parlando di videogames"

13»

Comments

  • MetallomanMetalloman Member, Moderator, Translator (NDA) Posts: 3,975
    Quelle che c'erano nella mia città le chiusero perché dentro ci spacciavano. :(

    Ophlyum
  • OphlyumOphlyum Member Posts: 255
    Sì poi divennero delle coperture un po' dappertutto...e così verso la fine degli anni 90 sono scomparse quasi del tutto...

  • MetallomanMetalloman Member, Moderator, Translator (NDA) Posts: 3,975
    Beh, diciamo che le maggior parte chiusero in quel periodo perché già le console spadroneggiavano! ;D

  • PibaroPibaro Member, Translator (NDA) Posts: 2,989
    Boh... Io sarò stato fortunato, ma ho passato la mia infanzia a sentirmi dire "attento che in giro è pieno di gente che ti regala la droga... bla bla bla". Avessi mai trovato uno che, non dico me la regalasse, ma nemmeno che me la volesse vendere. Se te la volevi comprare dovevi andare tu a cercartela.
    Insomma, pur avendo frequentato sale giochi per anni, e pur convinto che qualcuno che vendesse droga ci sarà stato, io non me ne sono mai accorto!

    Daevelon
  • gorgonzolagorgonzola Member Posts: 2,831

    Io sono classe '84 (Gennaio), aspetto di trovare qualcuno molto più stagionato di me in questo forum (diciamo che oltre i 50 anni mi stupirebbe).

    -----Topic resurrection-----

    Stupisci, lo hai trovato :wink:

    Il mio primo videogioco, da giocare nei bar a 50 lire la partita (che erano un tesoro, ci compravi un bel gelato) è stato ping pong, ed ero già grandicello.
    I miei primi giochi di ruolo
    http://torinak.com/qaop#!hobbit
    e
    http://torinak.com/qaop#!midnight
    giochi a 8 bit, grafica 40x80, 8 colori, a caricare una schermata grafica (statica) si doveva aspettare e la vedevi formare una linea alla volta, per caricare il gioco, da registratore a cassette, ci mettevi 5 minuti.
    Se volete potete giocarli online, per vedere l'effetto che fa. A noi sembrava fantascienza.
    E studiavo già all'università.....

    Miiiii, che dinosaurooooo! :smiley:

  • Gianluca1991Gianluca1991 Member Posts: 25
    Mokey Island, ben più che un gioco, un cimelio, un ricordo. Per fortuna che oggi esistono gli emulatori di Dos. Almeno, ogni tanto, un tuffo nei ricordi ci vuole sempre!

  • MetallomanMetalloman Member, Moderator, Translator (NDA) Posts: 3,975
    CHE BELLO! Questo thread è risorto! :smiley:

    Non facciamolo morire di nuovo! :sweat_smile:

    Dai dai dai continuate a parlare di vecchie glorie della storia dei videogames! :+1:

    gorgonzola
  • BlackLinxBlackLinx Member Posts: 657
    Su C64 c'era una stupenda avventura tipo libro game chiamata Camelot, un po' ripetitiva ma decisamente affascinante per l'epoca!

    Metalloman
  • MetallomanMetalloman Member, Moderator, Translator (NDA) Posts: 3,975
    edited February 2016
    @BlackLinx purtroppo non la conosco, ma mi informerò a riguardo!

    Recentemente sono stato preso da una nuova ondata di retro-gaming, e ho spulciato i miei vecchi titoli giocati nel passato: Ho riesumato una piccola perla poco conosciuta ma che ai tempi mi fece divertire un sacco e che si chiama Rocket Jockey.

    Si tratta di un ibrido deatmatch/racing game dove in un ipotetico inizio Novecento dei piloti si sfidano in diverse arene in sella a dei razzi (a la Will E. Coyote, per intenderci) con manubrio e alette direzionali, che vanno a velocità spropositate e hanno ovviamente poca manovrabilità, difetto che si può ovviare utilizzando dei rampini retrattili posti ai lati lanciandoli contro pali e altri oggetti nell'arena per aggrapparsi e fare curve strette (cosa non facile).
    Il bello però è che quei rampini non si utilizzano solo per quello: lo scopo principale di quegli strumenti è agganciare gli avversari per sbalzarli di sella e lanciarli ovunque o per farli sbattere dove più vi aggrada fino a far loro perdere i sensi e eliminarli quindi dalla gara. Si possono inoltre agganciare i razzi stessi per staccare le alette direzionali, oppure agganciarli a una bomba e farli esplodere, o a un palo e bloccarli.
    Si possono fare un sacco di altri "trick" con i rampini che portano a vari effetti più o meno esilaranti. :tongue:

    Ci sono tre modalità di gioco dove due sono la tipica corsa e il deathmach mentre la terza è una sorta di pallamano al massacro, dove vince chi fa più tiri in porta lanciando palle di diversi tipi grazie ai rampini (moolto difficile) e nel frattempo non disdegnando di ostacolare l'avversario con ogni mezzo possibile!

    Ultima caratteristica interessante sono proprio i razzi: ci sono diversi modelli, i cui alcuni sbloccabili rubandoli agli avversari e vincendo la gara in sella al nuovo razzo. :smile:

    Da ragazzino mi divertivo un sacco con quel gioco e riprenderlo mi ha fatto passare dei bei momenti. (ho dovuto approntare una macchina virtuale con XP per giocarci, in quanto è un gioco nato per Win 95/98)

    Ecco un paio di video, sono in qualità scarsissima ma rendon l'idea:











    Vi dovesse mai capitare provatelo, è un gioco che all'epoca era abbastanza all'avanguardia per quanto riguarda la fisica degli oggetti, ed è molto divertente! :smiley:

    Post edited by Metalloman on
  • BlackLinxBlackLinx Member Posts: 657
    Non so se fosse già stato scritto, comunque su Google Play (versione cash 'n' carry: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.rdklein.portsofcall) si trova il porting di Port of Call, mitico gioco Amiga anni '80 (1987). Su pc si trova gratis: http://www.portsofcall.de/classic/

    image


    La versione Android è ben fatta, anche se è praticamente impossibile effettuare manovre in porto senza rimorchiatore...
    Questo gioco sui primi PC x486 doveva essere 'rallentato' altrimenti era ingiocabile, erano i primi anni '90. La versione DOS girava tranquillamente su PCS86, un pezzo da museo della nostra Italia in quanto prodotto dalla Olivetti di Ivrea (Torino): la capitale dell'informatica!

    Metalloman
  • MetallomanMetalloman Member, Moderator, Translator (NDA) Posts: 3,975
    Estratto delle spiegazioni d'utilizzo:

    "Save the zip for example to c:\poc. To unzip use pkunzip from DOS (dont use winzip, sometimes shows errors). Then pkunzip POCxxxxx.zip after unzip use POCxxxx.EXE to start the program from the DOS prompt. Warning: DOS-GAME -- use only in DOS-Modus, Attention Win98 Users -- only for experienced Users (better use the new windows version)-- NEVER DOUBLECLICK -- To end the program using the right Mouse key and Quit in the menue or SHIFT Q in the main menue ! DO NOT Reset when using Win98 and have an open DOS Program (this applies to all DOS programs). On certain machines Win 98 does not copy back the autoexec und config. This must be done manualy after this. Win98 stores a backup file for this purpose. "

    Mi sento un poco masochista ma lo devo provare!

  • Gianluca1991Gianluca1991 Member Posts: 25
    Un vecchio, vecchissimo gioco con cui ancora oggi amo passare qualche minuto, preda di ossessioni e pulsioni omicide, in particolare contro orde di mostri! Sto parlando, ovviamente, della serie Doom, ed in particolar modo di Doom2, completo di eventuali WAD e di Brutal Doom! Un modo come un altro per sbavare ancor di più appresso a sangue ed all'adrenalina pura che ti sale nell'uccidere chiunque ti capiti a tiro! :-) :-) :-) Ma, sempre più nostalgico, amo comunque giocare alla versione originale, senza trucchi e senza inganni!

  • BlackLinxBlackLinx Member Posts: 657
    Doom, già troppo moderno per noi amanti di Wolfenstein 3D (ci passa più di un anno ASD), Achtung!

    Gianluca1991
  • CommanderRpgCommanderRpg Member Posts: 520
    BlackLinx said:

    Doom, già troppo moderno per noi amanti di Wolfenstein 3D (ci passa più di un anno ASD), Achtung!

    Wolfenstein 3D (ispirato all'ancor più vecchio "Wolfenstein") ricevette un durissimo trattamento in Germania

    - All'inizio ritirato immediatamente dal mercato, poiché mostrava cose come simboli nazisti, ritratti di Hitler o altri famosi generali, più l'inno nazionale nazista (Horst Wessel Lied).

    - Il gioco venne in seguito pesantemente censurato (su piattaforma SNES)


    La Germania ancora non capisce che mettere i ricordi del passato - e tutto ciò che li porti alla mente - sotto il tappeto, per orgoglio o per vergogna, non aiuta ad elaborare il processo storico, anzi annichilisce la storia dalla mente umana.

  • Gianluca1991Gianluca1991 Member Posts: 25
    @BlackLinx Purtroppo la mia età, (nascita Gennaio 1991), non mi ha permesso troppo di appassionarmi a giochi troppo...in là con gli anni! :-)

Sign In or Register to comment.